Suggerimenti

IL POLLO


Gli italiani sono grandi consumatori di carni di pollo e di tacchino, e questo soprattutto perché ormai è sempre più diffusa ed apprezzata la consapevolezza dei loro molteplici pregi: rispetto ad altri tipi di carni, sono meno grasse ma altrettanto gustose, versatili in cucina prestandosi alle più svariate preparazioni, e decisamente convenienti dal punto di vista economico.

Sul piano nutrizionale e dietetico, queste carni sono assolutamente eccellenti e godono delle stesse peculiarità della carne bovina: se ancora qualcuno avesse qualche dubbio in merito, sappia che pur facendo parte delle carni bianche, hanno la stessa quantità di ferro (il colore rosso vivo, infatti, è dato solo da un pigmento contenuto nel muscolo dei bovini che si chiama mioglobina, la cui funzione e' immagazzinare l'ossigeno trasportato dal sangue con un altro pigmento simile contenuto nei globuli rossi, l'emoglobina); e non sono meno neanche per quanto riguarda il contenuto di proteine; tutto ciò con l'incredibile vantaggio di essere le carni più magre (i grassi sono concentrati soprattutto nella pelle, facile da eliminare e presente in commercio soltanto nell'animale acquistato intero), più tenere e più digeribili in assoluto.

Le carni di pollo e tacchino italiane, inoltre, vantano una qualità tra le più alte d'Europa grazie ad un metodo di produzione particolarmente accurato: infatti, a differenza delle altre carni, sono prodotte con il "sistema a integrazione verticale", che da' la possibilità di controllare con certezza e sicurezza l'origine dei prodotti. La quasi totalità della produzione avicola, cioè, e' realizzata da aziende che possiedono allevamenti di riproduttori e incubatoi, producono i mangimi utilizzati per nutrire gli animali e possiedono anche propri macelli e propri laboratori per la trasformazione delle carni; di conseguenza, le autorità competenti, possono esercitare più facilmente un controllo su tutte le fasi della produzione, risalendo all'origine del prodotto e sapendo come sono stati allevati gli animali e lavorate le carni.
Inoltre, la produzione italiana presenta un ulteriore vantaggio competitivo, essendovi vietato il cosiddetto "raffreddamento ad acqua" (anche perché di fatto non esiste alcun impianto attrezzato a farlo); in tal modo, la carne ne guadagna in consistenza e sapore, evitando quell'antipatico fenomeno della perdita d'acqua durante la cottura (con conseguente riduzione delle porzioni!).

Gallina

06/09/2005
Copyright © 1994-2024 Ricetteecooking