Suggerimenti

I TIPI DI POLLO


Il termine pollo e' il nome generico dato sia al maschio che alla femmina; il maschio riproduttore e' piu' propriamente chiamato gallo, la femmina gallina.

Il pollo di cortile, allevato quindi in liberta' secondo il metodo tradizionale, viene piu' propriamente definito dagli addetti del settore:



- pollastro, fino a 3-4 mesi ed un peso di 600 g.;

- pollo di grano, fino ad un anno ed un kg. di peso;

- pollo o pollastra, fino a maturita' ed un peso di 1,5 kg. circa;

- galletto, il maschio giovane di circa 6 mesi;

- gallo ruspante, quello al massimo di 10 mesi (altrimenti risulta durissimo da mangiare);

- gallina, l'esemplare da uova (anch'essa abbattuta a fine attivita', molto dura come carne ma eccellente, per la sua carne grassa, per farci dell'ottimo brodo);

- pollanca, la giovane femmina ingrassata fino a 1,8 kg. in relativa costrizione con un'alimentazione particolare dalla quale si ottengono delle carni molto delicate;

- cappone (tipico nel periodo natalizio), il maschio castrato che arriva a 2,5 kg. e oltre con carni grasse di particolare finezza.



Ma al dettaglio, la denominazione e' genericamente e piu' semplicemente quella di "pollo", fatta eccezione per i galletti, che vengono uccisi appena la carne si e' formata a un peso di circa 350-400 g.

05/09/2005
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking