Suggerimenti

L'ANTIPASTO


AntipastoL'antipasto rappresenta la prima portata di un pranzo, che precede il cosiddetto primo piatto e si compone di vari cibi, per lo piu' freddi e in piccole quantita', atti a stuzzicare l'appetito e ad invogliare e predisporre il palato alle portate successive.

Deve essere pertanto sfizioso, curato nei minimi particolari per essere visibilmente accattivante. L'usanza di aprire i pasti con un antipasto e' diffusissima e rientra sia nelle tradizioni della grande cucina sia in quelle della cucina rustica e familiare.

L'antipasto italiano tradizionale e' sostanzialmente di due tipi: quello di montagna e quello di mare:
l'antipasto di montagna e' costituito principalmente da affettati misti, formaggi di vario tipo, sott'aceti, verdure sott'olio, olive, uova sode o ripiene ed insalata russa;
l'antipasto di mare, invece, comprende di solito un misto di frutti di mare (gamberetti, calamaretti e simili, bolliti e variamente conditi), sardine, alici marinate e tonno.

Sempre piu' spesso alcuni antipasti freddi ed in formato minuto vengono serviti prima dell'inizio del pasto con dei drinks.



Un'attenzione particolare va data anche alla presentazione:
- le fette dei salumi possono essere disposte sul vassoio appoggiate ordinatamente una sull'altra in cerchi concentrici oppure arrotolate su se stesse e accostate le une alle altre formando sul piatto diversi motivi decorativi;

- i sott'aceti ed i sott'olio non vanno messi in un unico vassoio perche' i sapori si mescolerebbero tra loro;

- il cocktail di crostacei (code di gamberi o di scampi lessati e poi condite con salsa rosa) si possono presentare in coppe individuali foderate con foglie di lattuga;

- per il pinzimonio, le verdure si presentano lavate, sbucciate e ridotte in pezzi abbastanza piccoli da non dover essere tagliate al momento di consumarle; a parte vanno servite salsiere con salsine per condirle; per ogni commensale si puo' disporre una ciotolina in cui mettere la salsa; le verdure non vanno assolutamente presentate gia' condite, perche' molti le gradiscono al naturale.



Ecco qualche piccola regola da sapere riguardo agli antipasti:
- contrariamente a quanto si pensa comunemente, l'antipasto non va servito sui piatti piccoli del servizio (riservati al dessert) ma sui normali piatti piani.

- non si servono mai simili alle portate successive (con un secondo di pollo non serviamo un antipasto a base di pollo!);

- se il menu' e' tutto a base di pesce, e' meglio evitare un antipasto di montagna! (... o viceversa...);

- se si alternano antipasti freddi e caldi, questi ultimi vanno serviti per primi.

08/08/2005
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking