Suggerimenti

LO ZENZERO


Zenzero
Lo zenzero o ginger (Zingiber officinalis), e' la radice di una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Zinziberacee originaria dell'Asia; oggi la sua coltivazione si e' diffusa in molti paesi come il Brasile, il Messico, l'Africa, l'Indonesia, il Peru', la Tailandia e dovunque vi siano le condizioni adatte, cioe' un clima caldo tropicale; Cina e India ne sono comunque i maggiori produttori.


La pianta e' alta circa un metro, con foglie lanceolate e fiori gialli e purpurei, la radice e' ramificata e bitorzoluta, di consistenza fibrosa ed il colore varia dal giallo scuro al marrone chiaro. Una volta raccolta, la radice viene lavata ed essiccata al sole per circa otto giorni.


In commercio lo zenzero esiste in diverse forme:

- al naturale, a seconda della presenza o meno dello strato corticale (la buccia) della stessa radice, esiste il tipo bianco, che rappresenta la forma scorticata ed e' prodotta principalmente in Giamaica, ed il tipo grigio, quello cioe' con la cuticola esterna, prodotto soprattutto in Cina e nella Sierra Leone; ha un aroma fortemente pungente e piuttosto amaro e ricorda l'essenza del limone e della citronella; si conserva in frigorifero per diverse settimane avvolto in carta assorbente e chiuso in un sacchetto di plastica. Si può anche sbucciare, tagliare a pezzetti di due-tre centimetri e congelare, chiuso all’interno delle apposite buste; per usarlo, basta versare sul pezzetto di zenzero un po’ di acqua bollente per alcuni minuti.

- essiccato o in polvere: e' piu' aromatico ma meno pungente; deve essere conservato in un contenitore a chiusura ermetica al riparo dalla luce e dall'umidita'.


Lo zenzero in cucina e' utilizzato in moltissime preparazioni: si abbina molto bene alla carne (specie se di cacciagione), al pesce (soprattutto ai crostacei), in alcuni tipi di dolci (torte, biscotti, frutta candita e confetture) e per aromatizzare bibite (famoso e' il "Ginger-Ale", una bevanda ottenuta con zucchero, estratto di zenzero ed acqua gassata) e salse (e' un componente facoltativo del "curry" e della tipica miscela delle "cinque spezie cinesi"). Nella cucina dei paesi del sud-est asiatico il sapore dello zenzero e' molto apprezzato: viene grattugiato o tritato finemente ed aggiunto nelle portate all'ultimo momento (cucinato, incrementerebbe notevolmente il suo aroma pungente). In Giappone se ne mangiano piccole fette tra le portate per pulirsi il palato. Lo zenzero possiede una forte attivita' antiossidante sui grassi e altri cibi, facilitandone cosi' la conservazione.


Per quanto riguarda le virtu' terapeutiche, lo zenzero possiede proprieta' vitaminizzanti e tonico-stimolanti (ha un alto contenuto in vitamina C), stomachiche (stimola l'appetito ed e' utile nei problemi digestivi), carminative (favorisce l'espulsione dei gas intestinali), antisettiche ed antinfiammatorie (allevia i sintomi dell'infiammazione della mucosa gastrica ed e' un utile decongestionante nei casi di infiammazione oculare ed aiuta a decongestionare le vie respiratorie); ha inoltre una notevole attivita' antiossidante e, nella medicina araba, e' considerato un vero e proprio afrodisiaco.

02/01/2006
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking