Suggerimenti

L'AGLIO


Aglio
L'aglio fa parte della famiglia delle Liliaceae ed e' il bulbo di una pianta simile al giglio le cui foglie crescono fino a 50-60 cm; il bulbo e' costituito da diversi spicchi ciascuno dei quali e' ricoperto da una pellicola bianca cartacea. Cresce negli orti e si propaga per mezzo degli spicchi che vanno piantati all'inizio della primavera o in autunno in un terreno ben drenato e in un luogo soleggiato. Gli spicchi vanno interrati ad una distanza di 15 cm ed il raccolto si ha dopo 5-6 mesi. I bulbi vanno poi fatti seccare in un luogo fresco ed asciutto. Esistono diverse varieta' di aglio, a seconda della grandezza, del numero degli spicchi e del colore della buccia.
Si trova in commercio durante tutto l'anno e, messo in un ambiente fresco, asciutto e ben ventilato, si conserva anche diversi mesi.


L'aglio si puo' trovare in bulbi interi, in polvere o in granuli, in spicchi ed in pasta conservato in vasetto o in tubetto. E' preferibile acquistare il bulbo intero ed usare gli spicchi, dopo averli privati della pellicola, interi, pestati nel mortaio o nell'apposito spremiaglio oppure tritati; l'aglio essiccato e' di qualita' piu' scadente rispetto a quello fresco; quello in polvere perde rapidamente aroma e non deve essere utilizzato in piatti che non necessitano di cottura altrimenti conferirebbe un sapore decisamente amaro e sgradevole.


L'aglio puo' essere utilizzato sia crudo che cotto; per essere piu' digeribile, deve essere sbucciato e privato del germoglio verde interno; si puo' usare anche "in camicia", ossia senza essere spellato, con il vantaggio di dare sapore alle ricette rimanendo piu' delicato.
E' ottimo per minestre, minestroni, pesci arrostiti e carni in generale; nelle verdure saltate o in altre ricette per dare sapore all'olio e venire poi eliminato per essere piu' digeribile; e' anche molto indicato per profumare un'insalata: sbucciate uno o piu' spicchi, schiacciateli e metteteli a macerare nell'olio che userete per condire l'insalata.

Per quanto riguarda le sue virtu' salutari, si puo' affermare che l'aglio esercita un potente effetto antibatterico, e' un ipotensivo e mantiene sane le arterie. L'unico aspetto negativo e' dato dal fatto che le sostanze a base di zolfo, che conferiscono all'aglio il caratteristico aroma ed il gusto pungente, danno all'alito sfumature non del tutto gradevoli: per oviare a cio', senza dover necessariamente privarsi del piacere di assaporare una buona peperonata, basta mangiare un po' di prezzemolo fresco o masticare subito dopo qualche chicco di caffe' o di semi di finocchio!

Un ultimo ma preziosissimo suggerimento per togliere il fastidioso odore di aglio dalle mani: basta passare le dita su e giu' lungo la lama di un coltello (ovvviamente facendo attenzione a non tagliarsi!) vedrete che per magia l'odore sparira' definitivamente!

12/01/2006
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking