Suggerimenti

I SEGRETI PER UNA BUONA MACEDONIA


Gli spicchi delle arance vanno tagliati nel seguente modo: si eliminano con un taglio netto le due calotte e si tolgono delle strisce lungo la superficie del frutto, dall'alto verso il basso, portando via tutta la scorza e la pellicola che avvolge gli spicchi verso l'esterno, fino ad avere la polpa completamente scoperta; si introduce quindi la lama del coltello fra uno spicchio e l'altro, affondandola nel frutto fra polpa e pellicola, prima da un lato e poi dall'altro di ogni spicchio: gli spicchi vengono via automaticamente dal frutto, privi di pellicola, sbucciati "al vivo".

Le mele e le pere vanno sbucciate, tagliate a dadini e, se non si usa il liquore Limoncello, per non farle annerire vanno bagnate in acqua acidulata con succo di limone.

Le fragole vanno lavate velocemente sotto il getto leggero dell'acqua diretta; soltanto dopo vanno tolte le eventuali parti rovinate, (per evitare che s'impregnino troppo d'acqua) e tamponate delicatamente con carta assorbente da cucina per evitare che macchino l'altra frutta.

Le pesche vanno sbucciate, quindi divise in due parti per togliere il nocciolo e tagliata la polpa a dadini; se la buccia e' saldamente attaccata alla polpa, si toglie piu' facilmente immergendo i frutti un minuto in acqua bollente.

Le albicocche e le prugne non vanno sbucciate, ma vanno divise in due parti per poter togliere il nocciolo e quindi fatte a dadini.

Gli acini dell'uva vanno sbucciati, quindi tagliati a meta' ed eliminati i semi interni con la punta di un coltellino.

Le ciliegie vanno snocciolate con l'apposito attrezzo e tamponate con carta assorbente da cucina per evitare che macchino l'altra frutta.

Le banane, affinche' non anneriscano, vanno passate prima in acqua acidulata con succo di limone.

La macedonia si puo' condire con del Limoncello oppure con zucchero e succo di limone.

Macedonia



15/08/2006
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking