INGREDIENTI
(dosi per circa 20 bignč):
  • 125 g. di acqua
  • 75 g. di farina
  • 50 g. di burro
  • Due uova intere
  • Sale, un pizzico

PASTA CHOUX (BIGNE')

Mettere in una piccola casseruola il burro, l'acqua e il sale e porre il recipiente sul fuoco.

Sciogliere completamente il burro nell'acqua prima di versare la farina, ma fare attenzione a non lasciar bollire l'acqua perchč altrimenti la sua evaporazione potrebbe alterare le proporzioni fra i vari ingredienti, compromettendo il risultato finale.

Appena l'acqua leverą il bollore, tirare indietro la casseruola e versare d'un colpo la farina precedentemente pesata (cosģ facendo, si eviteranno grumi difficili da eliminare); mescolare con un cucchiaio di legno e rimettere la casseruola sul fuoco: ben presto la farina formerą una palla, che si stacchera' dal cucchiaio e dalle pareti della casseruola.

Lasciarla cuocere ancora per due o tre minuti, sempre mescolandola, e quando farą un leggerissimo rumore, come se friggesse, toglierla dal fuoco e rovesciarla su un largo vassoio o sul marmo del tavolo da cucina ed allargarlo con il dorso del cucchiaio di legno per accelerarne l'intiepidimento.

Quando la pasta sarą fredda, metterla in una ciotola ed aggiungere le uova, uno alla volta, non mettendo il secondo se il primo non č bene amalgamato e perfettamente assorbito; continuare quindi a lavorare energicamente la pasta col cucchiaio, fino a che sarą vellutata, farą qua e lą delle bolle ed avrą assunto la consistenza di una densa crema; dopo aver ben lavorato le uova, si puo' utilizzare anche il frullatore elettrico montato con le fruste a gancio.

La pasta va deposta quindi in forma, avendo cura di distanziarla sulla placca da forno (in cui precedentemente si sarą messa della carta da forno) spremendola da una tasca da pasticcere; in mancanza di quest'ultima, per i bignč ci si puo' servire di due cucchiaini: con uno si raccoglie una noce d'impasto, con l'altro la si depone.

Cuocere nel forno a 180° per circa 15-20 minuti (il forno deve essere acceso 15 minuti prima di cuocervi i bignč e dopo non deve essere mai aperto). Per controllare se sono cotti, aprirne uno: deve essere vuoto all'interno e ben secco.

Lasciarli nel forno spento un quarto d'ora con lo sportello semiaperto e farli quindi raffreddare a temperatura ambiente.



N.B.:
Per una buona riuscita della ricetta, le uova devono essere a temperatura ambiente.

La pasta choux si conserva per due-tre settimane chiusa in un contenitore ermetico.






Il termine "choux" deriva dal francese "chou", che significa cavolo; infatti, generalmente, le preparazioni preparate con questo tipo di pasta assomigliano nella forma ai cavolini di Bruxelles. I bignč, una volta cotti, possono essere farciti nella versione salata con formaggio, besciamella od altro a piacere per poi essere serviti come antipasto; oppure, nella versione dolce, farciti con creme e poi eventualmente glassati; sono la classica decorazione della torta Saint-Honorč e la base dei golosi "Profiteroles".

Pasta choux

27/11/2004
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking