INGREDIENTI
(dosi per 6 persone ed una teglia del di 25 cm.):
  • Per la pasta frolla:
  • 400 g. di farina
  • 200 g. di zucchero in polvere
  • 200 g. di burro
  • Quattro rossi d'uovo
  • Un limone
  • Per la crema:
  • 90 g. di zucchero in polvere
  • 50 g. di farina
  • 3 tuorli d'uovo
  • litro di latte
  • Un limone
  • 80 g. di frutta candita a dadini
  • 50 g. di pinoli

CROSTATA CON CREMA, CANDITI E PINOLI

Torte
Versare sul piano di lavoro la farina a fontana e mettervi in mezzo i rossi d'uovo, lo zucchero, il burro e la buccia del limone precedentemente grattugiata.

Impastare tutto molto sollecitamente per evitare che la pasta "riscaldi" troppo (a tal fine utilizzare gli ingredienti freddi e, prima di impastare, mettere le mani per un po' sotto il getto dell'acqua fredda).

Raccogliere tutto in una palla e, dopo averla sistemata in un piattino ed avvolta con della pellicola trasparente, lasciarla riposare in frigorifero per un'ora.

Nel frattempo, preparare la crema nel seguente modo: versare in una terrina lo zucchero e i rossi d'uovo; sbattere con una frusta ed aggiungere la farina e la buccia del limone precedentemente grattugiata; mettere sul fuoco il latte e quando sara' piuttosto caldo versarlo a piccole quantita' nella terrina, amalgamando bene con la frusta; travasare quindi la crema in un tegamino e portarla sul fuoco, facendola addensare leggermente.

Lasciare della pasta frolla da parte (circa un quarto) e, con quella rimanente, foderare la teglia precedentemente imburrata ed infarinata, praticando poi sul fondo una serie di forellini con una forchetta (per evitare che la pasta durante la cottura si gonfi troppo).

Unire alla crema fatta raffreddare i canditi ed i pinoli, quindi versarla all'interno della crostata, spianandola bene con una spatola; con la pasta rimasta ricavare infine delle strisce con cui formare un reticolato sulla crema.

Per dare al dolce un aspetto dorato, spennellarne la superficie con del latte freddo ed infornare a 180 per 30-40 minuti circa, controllando la cottura non prima che sia trascorsa mezz'ora.




N.B.:
Per non fare attaccare la pasta al piano di lavoro, non occorre infarinarla troppo (risulterebbe meno friabile): bastera' sistemare l'impasto fra due fogli di carta da forno, appiattirlo con le mani e passare sopra la carta il matterello finche' la pasta non avra' raggiunto lo spessore desiderato; per trasferire la sfoglia nella teglia senza romperla, sollevarla adagiandola sul matterello e appoggiarla quindi delicatamente all'interno della teglia, sfilando lateralmente il matterello stesso. Ma un procedimento piu' pratico e che garantisce comunque lo stesso risultato finale, e' quello di stendere direttamente la pasta sulla teglia, allargandola con le mani come si farebbe per una pizza e lasciando tutto intorno un bordino piu' alto.

18/01/2007
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking