Suggerimenti

LA PAPAIA


Papaia

La papaia (Carica papaya) e' una pianta arborea appartenente alla famiglia delle Caricaceae originaria dell'America centrale e molto diffusa in Brasile, nelle isole Hawaii e praticamente in tutti i paesi tropicali (America meridonale, Africa del sud ed Asia).

I nomi con cui le varie popolazioni nel mondo indicano questo frutto sono numerosi: in Nuova Zelanda ed in Australia, ad esempio, viene chiamato "pawpaw", a Cuba "fruta bomba" ed in Brasile "mamao".

L'albero puo' raggiungere un'altezza di 10 metri, ha all'apice ramificazioni con foglie molto grandi (del diametro di 50-70 cm. dall'aspetto molto simile a quelle del fico) alla cui ascella si formano i fiori.

Il frutto e' una bacca a forma di pera, le cui dimensioni variano dai 15 ai 45 cm. di lunghezza e dai 10 ai 20 cm. di diametro; il peso generalmente e' sui 300-400 g. ma puo' raggiungere anche il chilo; la buccia, liscia e sottile, e' di colore verde quando e' acerbo, per poi diventare arancione nel pieno della maturazione; la polpa, arancione, e' succosa e morbida, ricca di piccoli semi neri non commestibili ricoperti da una pellicola gelatinosa; il sapore, dolce ed aromatico, fresco e delicato, ricorda quello del melone. Se ne coltivano circa 50 varieta' diverse.

E' presente sul mercato tutto l'anno e quando si acquista occorre fare attenzione che sia giunta a perfetta maturazione, altrimenti risulta aspra: la buccia deve essere quindi piuttosto arancione, profumata e cedevole al tatto. Si conserva nella parte meno fredda del frigorifero per 4-5 giorni, mentre se e' ancora acerba, matura a temperatura ambiente. In cucina e' ottima consumata al naturale, come antipasto per accompagnare il prosciutto crudo o in aggiunta alle macedonie; nei paesi d'origine si gusta anche acerba come verdura per accompagnare piatti di riso; si puo' trovare in commercio anche come confettura o come succo ed e' molto buona candita. Essendo costituita principalmente d'acqua e' un frutto molto dissetante. Si prepara allo stesso modo di come praticamente si pulirebbe un melone:

1) si taglia a meta';
2) si eliminano con un cucchiaio i semi neri;
3) si mangia con un cucchiaio;
4) oppure, si sbuccia e si taglia a pezzetti.











Per quanto riguarda le proprieta' terapeutiche, la papaia ha un alto contenuto di vitamina A e C (ha pertanto un forte potere antiossidante e potenzia notevolmente le difese immunitarie); inoltre, e' ricca di potassio (che aiuta a riequilibrare la presenza di liquidi nell'organismo ed e' un efficiente aiuto al sistema cardiovascolare), magnesio e calcio; contiene inoltre un enzima, la "papaina", che ha la stessa azione della "bromelina" nell'ananas e dell'"actinidia" nel kiwi: facilita cioe' la digestione delle proteine. E' quindi indicata per chi ha problemi di stitichezza, gastrite ed ipertensione. E' un frutto ipocalorico: 100 g. di prodotto forniscono infatti soltanto 40 kcalorie.

14/08/2006
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking