Suggerimenti

IL COCOMERO


Per riconoscere se un cocomero e' maturo al punto giusto basta dare un colpo secco con le nocche delle dita sulla buccia: se si sente un "tic" alto e acuto, non e' ancora maturo, se invece si sente un "toc" in tono basso... e' pronto per essere mangiato!

Sappiate comunque che generalmente i migliori sono quelli di dimensioni piu' grandi; il picciolo, al momento dell'acquisto, dovrebbe essere ancora attaccato al frutto e risultare leggermente secco: indica che il cocomero e' maturato gradualmente, attaccato alla pianta, ed e' quindi piu' dolce.

E' piu' facile trovare frutti immaturi all'inizio della stagione (da maggio a giugno): si riconoscono dalle setole sul peduncolo e dai resti del fiore.

I frutti troppo maturi hanno la buccia che tende al giallo e suonano vuoti al tocco, perche' la polpa non e' compatta ma ricca di filamenti e friabile. La buccia deve essere intera, senza fessure o alterazioni; se c'e' una macchia piu' chiara da una parte, non significa che il frutto e' immaturo: quella e' la parte che e' rimasta appoggiata a terra durante la crescita.


Si chiama anche anguria, ed esiste nella versione:

- sferica, con la buccia color verde scuro;
- ovale, con la buccia verde chiaro striata; la varieta' piu' conosciuta e' la "Crimson Sweet", precoce ma zuccherina, che pesa in media 8-12 Kg.;
- allungata, con la polpa molto rossa e dolce, che pesa in media 15-18 Kg.;
- a polpa gialla, conosciuta anche come "Cocomero giapponese" o "Coco-ananas", di piccole dimensioni e dal sapore particolare (dolce come il mango, da cui ha origine, e con un retrogusto all'ananas); il nome esotico deriva dal colore giallo che richiama il Giappone e dal fatto che proviene da un innesto di origine asiatica, ma la produzione e' nostrana e precisamente localizzata in Sicilia, a Pachino nel Siracusano, e in Basilicata nel Materano. Ne esistono due varieta': quella con la buccia verde e a strisce, e quella con puntini gialli ed una lunga macchia a forma di mezzaluna;
- senza semi neri;
- "baby", che pesa al massimo 2-3 Kg.
- cubica, di origine brasiliana, dalla particolare ed originae forma di dado, ottenuta grazie ad uno speciale procedimento di crescita all'interno di un contenitore trasparente.


Dal punto di vista nutrizionale, l'anguria ha un eccezionale potere dissetante (infatti, contiene il 95% di acqua) e pertanto una forte azione diuretica, ed e' il frutto ideale nelle diete ipocaloriche contenendo soltanto 15 calorie ogni 100 g. Il sapore dolce non e' dato, come si potrebbe pensare, da un'alta percentuale di zuccheri (presenti in quantita' inferiore alla media della frutta) ma dalla presenza di particolari sostanze aromatiche.


Il cocomero si conserva chiuso anche per un mese; una volta aperto, deve essere tenuto in frigorifero, coperto con della pellicola da cucina, per ovviare alla disidratazione della polpa che diventerebbe piuttosto farinosa; va comunque consumato in pochi giorni.

03/07/2006
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking