Suggerimenti

I METODI DI COTTURA DELLE UOVA


Le uova possono essere preparate in tanti modi, per ognuno dei quali occorre pero' seguire un determinato procedimento e precisi tempi di cottura:


Alla coque:

Con questo tipo di cottura l'albume dell'uovo e' ben cotto ma il tuorlo rimane ancora molle. Riempire un pentolino d'acqua fredda leggermente salata e, giunta ad ebollizione, versarvi l'uovo, facendolo scivolare con delicatezza per non incrinarne il guscio; cuocerlo per 5 minuti a fuoco moderato (l'acqua deve bollire pianissimo, altrimenti il guscio si puo' crepare) e servirlo quindi nell'apposito porta-uovo.


Sodo:

Con questo tipo di cottura sia l'albume che il tuorlo dell'uovo risulta ben cotto. Adagiare l'uovo in un tegamino, riempire quest'ultimo d'acqua fredda e cuocere a fiamma moderata per 10 minuti da quando l'acqua giunge a bollore; raffreddare quindi l'uovo in acqua fredda lasciandolo riposare qualche minuto in modo che l'acqua penetri sotto il guscio e faciliti il distacco di quest'ultimo; sgusciare quindi l'uovo dopo averlo battuto sul piano di lavoro per incrinarne leggermente il guscio.


Strapazzato:

Sbattere l'uovo per qualche secondo in una ciotola con un pizzico di sale e, a piacere, del pepe (se si aggiunge anche un cucchiaio di acqua gassata l'uovo risultera' ancora piu' soffice); sciogliere in un tegamino antiaderente una noce di burro od un po' d'olio ed unirvi l'uovo, mescolandolo continuamente con un cucchiaio di legno a fuoco moderato fino a quando non e' tutto ben rappreso.


In camicia (o affogato):
Mettere sul fuoco un recipiente piuttosto largo con abbondante acqua salata e acidulata con un po' d'aceto (indispensabile per facilitare la coagulazione della chiara); appena giunge a bollore, lasciare il recipiente a fuoco debolissimo in modo che l'acqua accenni appena a bollire; rompere l'uovo in un piattino e farlo scivolare nell'acqua dove precedentemente sara' stato creato un vortice facendovi roteare un cucchiaio; lasciarlo per circa 3-4 minuti, fino a quando la solidificazione della chiara arriva a racchiudere anche il tuorlo; quindi, raccoglierlo con un mestolo forato scolandolo bene dall'acqua e adagiarlo sul piatto di portata; uno alla volta, seguendo lo stesso procedimento, procedere alla cottura di eventuali altre uova, avendo cura di eliminare con un coltellino le sbavature di albume che si sono formate. Le uova in camicia, per la loro grande digeribilita', sono adattissime ai bambini, ai convalescenti e a tutte le persone di stomaco delicato.


Al tegamino (o all'occhio di bue):

Versare in un tegamino antiaderente un po' d'olio e metterlo sul fuoco; rompere l'uovo su un piatto e farlo scivolare nel tegamino; con un cucchiaio di legno, muovere delicatamente l'albume per facilitarne la cottura: l'uovo e' pronto quando l'albume e' ben rappreso ed il tuorlo e' ancora morbido; salare e servire. Con questo tipo di cottura, le uova possono diventare ancora piu' saporite scaldando o rosolando prima nel tegamino, a piacere, gli ingredienti piu' svariati (pancetta, piselli, pomodoro ecc.).

23/05/2005
Copyright © 1994-2014 Ricetteecooking