INGREDIENTI
(dosi per due teglie del Ø di 24 cm.):
  • 300 g. di farina Manitoba
  • 250 g. di farina 00
  • 250 ml. di latte
  • 100 g. di burro + q.b. per la teglia
  • 2 tuorli + 1 uovo intero
  • 20 g. di lievito di birra fresco
  • Un cucchiaino di zucchero
  • Un cucchiaino di sale
  • Per il ripieno:
  • 250 g. di scamorza affumicata
  • 100 g. di prosciutto cotto a cubetti
  • 100 g. di wurstel
  • Per decorare:
  • Un tuorlo d’uovo
  • Latte q.b.
  • Semi di sesamo q.b.

DANUBIO SALATO

Versare in una ciotolina il latte leggermente intiepidito e sciogliervi il lievito di birra insieme allo zucchero.

Trasferire il tutto nella ciotola della planetaria munita di frusta a foglia ed aggiungervi le due farine, l’uovo intero e i due tuorli.

Cominciare ad impastare a bassa velocità per circa 5 minuti al fine di amalgamare bene tutti gli ingredienti, quindi sostituire la frusta a foglia con quella a gancio e, con la planetaria sempre in funzione, aggiungere man mano pezzetti di burro fatto precedentemente ammorbidire a temperatura ambiente e, per ultimo, il sale.

Si deve impastare in tutto per circa 10 minuti, fino ad ottenere un panetto morbido e liscio (dopo un po’ di lavoro, si consiglia di spegnere la planetaria, aprirne il cestello e, con una spatola, staccare dalle pareti e dal gancio l’impasto; azionarla quindi nuovamente e proseguire fino a quando l’impasto si staccherà bene dalle pareti della ciotola per incordarsi, diventando cioè un’unica massa compatta che tende a risalire sul gancio della planetaria).

Trasferire l’impasto all’interno di una ciotola pulita, coprirne la superficie con della pellicola da cucina e farlo lievitare in un luogo caldo e privo di correnti d’aria per circa un’ora e mezzo: deve raddoppiare di volume.

Nel frattempo, tagliare i wurstel e la scamorza a cubetti e versarli in una terrina insieme al prosciutto cotto.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendere l’impasto e formare tante palline piccole del peso di circa 30-35 g. l’una; stenderle leggermente con il matterello e sistemarvi al centro il mix di formaggi e salumi preparato (in alternativa, schiacciarle al centro con un dito, praticarvi un incavo ed inserirvi il ripieno); richiuderne quindi il contenuto, ricompattare bene le palline e sistemarle man mano, leggermente distanziate l’una dall’altra e con la chiusura rivolta verso il basso, nella teglia precedentemente spennellata di burro.

Coprire con della pellicola e lasciare lievitare nuovamente (le palline gonfieranno unendosi l’una con l’altra).

Spennellare delicatamente la superficie della torta salata con il tuorlo d’uovo diluito con un pochino di latte, spolverizzare con i semi di sesamo ed infornare a 180° per 30 minuti: deve dorarsi leggermente.

L'impasto prima della lievitazione


L'impasto dopo la lievitazione


La farcitura


Le palline dopo la lievitazione


La decorazione con i semi di sesamo



N.B.:
In alternativa, si può utilizzare anche una teglia rettangolare. Il Danubio salato, una volta cotto, si gusta staccando con le mani le singole palline, che potranno essere mangiate come dei piccoli panini, ognuno farcito del goloso ripieno. E’ ottimo servito tiepido o a temperatura ambiente ed è perfetto come piatto da asporto.

Danubio salato


Danubio salato

14/07/2015
Copyright © 1994-2017 Ricetteecooking