INGREDIENTI
(dosi per circa 15 brioche):
  • Per l'impasto:
  • 320 g. di farina manitoba
  • 200 g. di farina 00
  • 250 ml. di latte
  • 80 g. di burro
  • 100 g. di zucchero semolato
  • Un uovo intero
  • 12,5 g. di lievito di birra fresco (1/2 cubetto)
  • Un limone
  • Un cucchiaino raso di sale fino
  • Per farcire e guarnire:
  • Gocce di cioccolato q.b.
  • Un albume
  • Un cucchiaino di zucchero a velo
  • Zucchero in granella q.b.

BRIOCHE SOFFICI CON LA MACCHINA DEL PANE

Mettere il burro in un pentolino, scioglierlo a fiamma bassa per un minuto e farlo raffreddare.

Sempre in un pentolino, intiepidire leggermente il latte.

Setacciare insieme le due farine in una ciotola e mescolarvi la scorza del limone grattugiata.

Cominciare quindi con la preparazione dell'impasto: quest'ultimo puo' essere lavorato facilmente anche a mano, ma nella ricetta viene spiegato il procedimento per effettuarlo con la macchina del pane, uno strumento che in questo caso ne agevola molto l'esecuzione.

Versare nel cestello della macchina del pane prima gli ingredienti liquidi e poi quelli solidi; nell'ordine: il latte intiepidito, il burro fuso, l'uovo intero, lo zucchero, meta' farina, il sale, la restante farina e, per ultimo, il lievito di birra sbriciolato.

Avviare il programma "Impasto con lievitazione" (che generalmente ha una durata di 90 minuti) e, a programma terminato, spegnere la macchina e lasciare l'impasto ottenuto dentro al cestello al chiuso a lievitare per un'altra ora: dovra' raddoppiare di volume fino a toccare il coperchio.

Scaldare bene il forno tenendolo acceso per 15 minuti circa con la temperatura al minimo; spegnere quindi la fiamma ed accendere la lampadina, per mantenerne il calore.

Trasferire l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e tagliarlo in porzioni di circa 70-80 g. l'una (non si deve esagerare troppo nelle dimensioni, perche' con la seconda lievitazione raddoppieranno di volume); lavorare leggermente ogni porzione sino a formare una pallina, quindi allargarla al centro con le mani ed inserirvi un po' di gocce di cioccolato; richiudere la pallina saldandone bene i bordi e, con la chiusura verso il basso, adagiarla su una placca precedentemente foderata con carta forno.

Procedere allo stesso modo con le altre porzioni, avendo cura di sistemarle man mano ben distanziate tra loro.

Trasferire le placca nel forno spento e con la lampadina accesa e lasciare lievitare per 2-3 ore.

Trascorso questo tempo, all'interno di una ciotolina sbattere con una forchetta l'albume insieme allo zucchero a velo; estrarre le brioche e preriscaldare nuovamente il forno a 180°.

Spennellare la superficie delle brioche con il composto preparato e distribuirvi quindi la granella di zucchero.

Cuocere in forno ben caldo per 15-20 minuti: le brioche non devono colorirsi troppo. Sfornarle e farle raffreddare su una gratella.




N.B.:
Se non si e' in possesso della macchina del pane, l'impasto puo' essere effettuato anche a mano, con l'accortezza di non mettere a diretto contatto il lievito con il sale; i tempi di lievitazione non cambiano.

Nella ricetta si possono sostituire 150 ml. di latte con lo stesso quantitativo d'acqua tiepida. Se la pasta piace piu' dolce si possono aggiungere 20 g. in piu' di zucchero. La scorza del limone puo' essere sostituita con due cucchiai di limoncello. La superficie delle brioche puo' essere spennellata anche con del latte (se si vuole un colore delicato) o con il tuorlo (per una doratura maggiore) o con un mix di entrambi.

Una volta farcite e richiuse, le pallette d'impasto possono essere forgiate in modo da ottenerne la forma di una classica "rosetta"; basta farvi delle precise incisioni con un "taglia-mele", mettendo quest'attrezzo su ogni pallina e, esercitandovi una certa pressione, spingendolo senza arrivare pero' completamente fino in fondo.

Con lo stesso impasto si possono ottenere svariate altre forme:
- a "chiocciola": basta stendere un pezzetto di pasta con le mani fino a formare un lungo e sottile cordoncino per poi arrotolarlo partendo dall'inizio su se stesso in modo non troppo stretto;
- a "cornetto": occorre stendere la pasta fino a formare un cerchio, da tagliare poi in 8 parti per ricavarne dei triangoli (bastera' disegnare con un tagliapasta prima un "+" e poi una "x"); partendo dalla base di ogni triangolo si avvolge quindi la pasta su se stessa e si ottengono i "croissant";
- a "treccina": formando prima dei cordoncini lunghi e sottili da intrecciare e poi saldare alle estremita'.

Queste brioche possono essere preparate anche in modo semplice senza alcun ripieno, per essere poi in seguito tagliate e farcite a proprio piacimento con crema, marmellata, Nutella o, nel periodo estivo, con del gelato; in quest'ultimo caso la brioche prima di essere imbottita dovra' essere riscaldata un minuto nel forno.

Le brioche, ottime per una merenda o per la prima colazione, si mantengono morbide per 2-3 giorni conservate chiuse per evitare che si secchino nei sacchetti per alimenti o in scatole di latta; eventualmente, per ridargli morbidezza, e' sufficiente riscaldarle un pochino nel forno prima di essere consumate. In alternativa, una volta cotte e raffreddate, si possono anche congelare.

Brioche soffici

12/09/2013
Copyright © 1994-2024 Ricetteecooking