Suggerimenti

IL CENTRIFUGATO



La centrifuga e' un elettrodomestico molto utile in cucina per preparare degli ottimi centrifugati.

Il centrifugato e' il succo estratto da frutta e verdura fresca cruda e di stagione, in cui la polpa viene separata dalla fibra alimentare, concentrando tutti i principi nutritivi contenuti negli alimenti vegetali; questo perche' sfrutta esattamente la forza centrifuga e non le lame: al loro posto vi sono dei micro dentini che funzionano come una grattugia.

Si possono ottenere cosi' delle bevande dalle proprieta' nutrizionali veramente incredibili, in quanto ricche di antiossidanti (betacarotene, vitamine e sali minerali) che tanto aiutano a combattere la formazione dei radicali liberi, colpevoli dell'invecchiamento cellulare del nostro organismo.

Le vitamine ed i sali minerali presenti nel succo che si ottiene con la centrifuga (privato delle fibre presenti naturalmente in frutta e verdura) vengono assorbiti oltretutto molto piu' rapidamente dal nostro corpo, favorendone la depurazione e la disintossicazione per via di un aumento delle difese immunitarie.

Generalmente, proprio perche' a base di frutta e verdura, i centrifugati sono piuttosto energetici ma a basso contenuto calorico e, quindi, ammessi senza alcun problema anche per chi sta seguendo una dieta (a volte, potrebbero essere dei validi sostituti di un pasto).

Unica accortezza per non vanificarne le proprieta' e' quella di bere il centrifugato appena fatto (buona regola da seguire, d'altronde, anche con le spremute di arancia), per non permettere che tutte le sostanze, a contatto con l'aria, si ossidino perdendo cosi' tutto il suo potere nutritivo.

Prima di procedere alla centrifugazione, sia la frutta che la verdura devono essere lavate accuratamente con acqua e bicarbonato (meglio impiegare, se possibile, prodotti biologici e non trattati), quindi risciacquate ed asciugate. La frutta, prima di essere inserita a pezzi nella centrifuga, deve essere privata dei noccioli; buccia e semi, invece, si possono lasciare (ovviamente, per qualche frutto tropicale come il kiwi e l'ananas, si deve prima togliere anche la buccia!). Alcuni tipi di frutta, invece, proprio perche' contengono poca acqua, non si possono centrifugare (un esempio sono le banane, i fichi e gli avocado): in questo caso, se prevista nel cocktail, deve essere precedentemente frullata con l'apposito frullatore insieme ad un po' d'acqua (dopo averne ovviamente tolto buccia e semi) per poi essere aggiunta nel centrifugato.

Per la realizzazione di alcune ricette la centrifuga puo' diventare un vero e proprio alleato; un esempio lo abbiamo con la "Bavarese di fragole", per la preparazione della quale si utilizza la polpa di questo golosissimo frutto: a differenza del frullatore, infatti, con la centrifuga si puo' ottenere un succo del tutto privo dei fastidiosi semini neri, risparmiandoci cosi' la fatica di doverlo successivamente filtrare attraverso un colino a maglie fitte!

Barbabietole e carote possono macchiare il serbatoio dell'apparecchio: per eliminare questo fastidioso effetto "collaterale" del tutto esclusivamente estetico, e' sufficiente lavarlo con aceto e bicarbonato di sodio.

02/05/2013
Copyright © 1994-2017 Ricetteecooking