Suggerimenti

LE CARTE PER ALIMENTI DA CUCINA


La pellicola, l'alluminio, la carta assorbente, quella per fritti e quella da forno: sono tutti strumenti che in una cucina attrezzata non devono mai mancare, e che vengono ormai adoperati quotidianamente per conservare, proteggere, cuocere ed asciugare gli alimenti. Ma scopriamone piu' dettagliatamente insieme le caratteristiche, i limiti e le possibilita' di ognuno per poterne fare l'uso piu' appropriato:



Pellicola da cucina - la pellicola trasparente: e' sottilissima e si adatta a qualsiasi forma, aderendo perfettamente senza lasciare entrare aria; il suo potere altamente isolante, impedisce cosi' la disidratazione e l'ossidazione negli alimenti. Per questa sue caratteristiche, puo' essere usata per avvolgere cibi da conservare in frigorifero o per chiudere l'imboccatura di contenitori privi di coperchi a chiusura ermetica; e' ideale quindi, ad esempio, per conservare verdure, formaggi a pasta dura e salumi gia' tagliati; ma non consentendo la traspirazione degli alimenti, i cibi molto oleosi od alcolici reagiscono a contatto con la pellicola causando una migrazione di minuscole particelle plastiche verso l'alimento: pertanto, e' opportuno evitarne l'uso, ad esempio, per conservare il burro. Ovviamente, trattandosi di plastica, non puo' essere impiegata per cuocere e non deve assolutamente venire a contatto con cibi ancora caldi: se si vuole conservare una pietanza appena preparata, e' necessario quindi aspettare prima che si sia completamente raffreddata. Viceversa, e' molto utile per rivestire stampi per preparazioni che non hanno bisogno di cottura, come ad esempio i semifreddi che, una volta rappresi, sono cosi' decisamente piu' semplici da sformare;



Carta alluminio - l' alluminio: e' facilmente modellabile e sopporta temperature che oscillano dai 30 ai 220°C; non consentendo la dispersione dei vapori, e' pertanto ottimo se usato per le cotture dei cibi al cartoccio, dando alle pietanze la giusta quantita' di calore senza farle mai bruciare; inoltre, permette la cottura in un ambiente costantemente umido e ne preserva al suo interno tutti i profumi e gli aromi fino al momento di servirle a tavola. L'alluminio e' ottimo anche per la conservazione degli alimenti, sia "da asporto" (come ad esempio i panini imbottiti, che cosi' avvolti mantengono la freschezza e la morbidezza originale) che da tenere in frigorifero: in quest'ultimo caso, cibi come formaggi ed affettati, ad esempio, rimangono protetti dagli agenti esterni ed evitano di seccare; occorre pero' tener presente che l'alluminio, se posto a contatto con alcuni tipi di alimenti particolarmente acidi, puo' trasmettervi, anche se in misura praticamente irrilevante, una lievissima contaminazione di alcune particelle di metallo: per ovviare a questo inconveniente, e' bene quindi evitarlo per cibi sotto sale, sott'aceto o con limone, a meno che non si utilizzi dell'alluminio a doppio strato (al suo interno, ha un secondo strato bianco antiaderente che fa da barriera all'acidita' di questi cibi). Un foglio di alluminio puo' anche essere utilizzato steso sulla superficie di una torta o di uno sformato quando si teme che la cottura in forno possa bruciarli o comunque colorarli troppo. Infine, puo' essere un valido sostituto se non si dispone di un coperchio, per chiudere contenitori o teglie di una certa dimensione. Contrariamente a quanto si possa credere, l'alluminio non va assolutamente messo a contatto con la fiamma o con le resistenze elettriche arroventate di forni e grill, in quanto prende facilmente fuoco;



Carta da forno - la carta da forno: viene principalmente utilizzata per rivestire le teglie del forno, ottenendo cosi' il vantaggio di non doverle piu' imburrare ed infarinare per evitare che i cibi vi si possano attaccare in cottura; in questo modo, si ottiene anche un discreto risparmio di calorie ed una facilita' estrema di pulizia della teglia stessa che, una volta eliminata la carta, rimane praticamente pulita; per facilitare la stesura e la perfetta adesione alla teglia, la carta da forno puo' essere prima bagnata sotto l'acqua fredda e poi strizzata. Anche la carta da forno puo' essere impiegata per conservare gli alimenti e, rispetto all'alluminio, non provoca il rischio di contaminazioni causate da cibi acidi o salati; la sua porosita' la rende, ad esempio, particolarmente adatta alla conservazione della carne in frigorifero, evitandone l'annerimento e l'emissione di liquidi. E' indicata anche per la cottura dei cibi al cartoccio: rispetto all'alluminio, e' piu' resistente ma meno modellabile;


Carta assorbente da cucina

- la carta assorbente: che sia ad uno o a doppio velo e piu' o meno resistente, e' forse quella piu' utilizzata, soprattutto in virtu' della molteplicita' d'uso alla quale si presta. In cucina, e' praticamente uno strumento indispensabile: puo' servire per pulire ed asciugare le superfici e gli utensili vari o le verdure e la frutta; due-tre fogli posti uno sull'altro sono utili per assorbire l'eccesso d'unto dei cibi fritti (per questo scopo esiste anche un'apposita carta per fritti, piu' grande e con potenzialita' assorbenti superiori); qualche foglio sistemato nel cassetto del frigorifero, puo' servire a mantenerlo pulito e ad assorbire l'umidita' degli alimenti che vi sono conservati, migliorandone ed allungandone i tempi di mantenimento. E questi sono soltanto alcuni esempi dell'impiego che se ne puo' fare…


Simbolo per alimenti Nell'acquistare uno dei suddetti prodotti, e' bene sempre controllare che sulle confezioni sia apposto il simbolo riservato ai prodotti per alimenti, che li garantisce sotto il profilo dell'igiene e li attribuisce l'idoneita' nel venire a contatto con il cibo: e' rappresentato da un calice ed una posata.



06/02/2010
Copyright © 1994-2016 Ricetteecooking