INGREDIENTI
(dosi per uno stampo da 1 kg.):
  • 300 g. di farina Manitoba
  • 100 g. di farina 00
  • 150 g. di zucchero semolato
  • 100 g. di burro
  • Due tuorli
  • 250 ml. di latte
  • Un cucchiaino di miele
  • 70 g. di arancia candita
  • 50 ml. di Amaretto di Saronno
  • Un limone
  • 14 g. di lievito di birra fresco
  • Per la glassa:
  • 50 g. di mandorle spellate
  • Due albumi
  • 80 g. di zucchero a velo
  • Per la decorazione:
  • 50 g. di mandorle spellate
  • 50 g. di granella di zucchero
  • Zucchero a velo q.b.

COLOMBA PASQUALE FACILE E VELOCE


Sciogliere il lievito di birra nel latte a temperatura ambiente.

Versare le due farine nella ciotola della planetaria munita di frusta a K ed unirvi lo zucchero, il miele ed il latte con il lievito.

Mescolare alla velocità minima per qualche minuto ed unirvi quindi prima l'Amaretto di Saronno e poi, uno alla volta, i tuorli; proseguire fino a quando l'impasto risulterà leggermente incordato.

Cambiare la frusta a K con il gancio ad uncino ed aggiungere un po' alla volta il burro, proseguendo a velocità media: l'impasto è pronto quando risulterà piuttosto liscio ed elastico, morbido e gonfio, e si staccherà dalle pareti della ciotola per incordarsi (diventando cioè un'unica massa compatta che tende a risalire sul gancio della planetaria).

Aggiungere per ultimo l'arancia candita a cubetti e la scorza grattugiata del limone.

Coprire la ciotola con della pellicola da cucina e lasciare lievitare l'impasto in un luogo caldo e privo di correnti d'aria per circa due ore: deve raddoppiare di volume.

Trascorso questo tempo, senza maneggiarlo troppo per non rovinarne la lievitazione, posizionare l'impasto all'interno dello stampo, allargandolo poi quel tanto che serve a coprirne tutta la superficie interna; in alternativa, si può dividere l'impasto in due parti uguali (uno per il corpo della colomba e l'altro per le ali), formare due filoncini e posizionarli all'interno dello stampo, inserendo prima le ali e sovrapponendo successivamente il corpo.

Fare lievitare nuovamente per altri 30 minuti.

Nel frattempo, preparare la glassa di copertura: tritare nel mixer le mandorle insieme ad un cucchiaio di zucchero a velo fino a ridurle in polvere finissima.

Trasferirle in una ciotola ed aggiungervi il rimanente zucchero e gli albumi; mescolare fino ad ottenere un composto denso e colloso.

Coprire delicatamente con la glassa ottenuta la superficie della colomba, distribuirvi quindi le mandorle intere e completare con la granella di zucchero ed una spolverata di zucchero a velo.

Infornare a 170° per circa 40-50 minuti (dipende dal forno, fare comunque la prova stecchino: deve uscire completamente asciutto); gli ultimi 10 minuti di cottura mettere un cucchiaio di legno tra lo sportello del forno per fare uscire l'umidità.

Togliere quindi la Colomba dal forno e farla raffreddare per un'intera giornata.


N.B.:
Pur essendo una versione più rapida di quella che e' la ricetta classica della colomba pasquale (che richiede invece una lunga lievitazione ed una lavorazione quindi più elaborata) il risultato che si ottiene con questa ricetta e' ugualmente altrettanto eccellente!

Le uova ed il burro devono essere usati a temperatura ambiente.

Se non piacciono, i canditi possono essere sostituiti con gocce di cioccolato fondente.

Una volta sfornata, raffreddandosi la Colomba potrebbe leggermente collassarsi al centro. Se si vuole evitare ciò, si può infilzare ad un paio di centimetri dalla base con gli appositi ferri (o, in alternativa, con quelli da maglia) e lasciarla raffreddare capovolta come si fa con il panettone, poggiando le estremità dei ferri su due supporti (ad esempio tra due pentole o tra due rotoloni di carta da cucina).

Per confezionarla nell'apposito cellophane, spruzzare prima all'interno del sacchetto dell'alcool alimentare a 90-95°: in questo modo la Colomba conserverà la sua freschezza anche per 15 giorni.

Impasto prima della lievitazione


Impasto dopo la lievitazione


Impasto nello stampo


Impasto con la glassa di copertura


Colomba pasquale


Colomba pasquale






La Colomba e' un dolce tipico di pasta lievitata che tradizionalmente chiude il pranzo di Pasqua. La sua forma, che ricorda appunto una colomba, ha un forte valore simbolico di pace, rinascita e amore: infatti, nella Bibbia, fu proprio una colomba che, con un ramoscello d'ulivo nel becco, torno' da Noè dopo il diluvio universale, a testimonianza dell'avvenuta riconciliazione tra Dio ed il suo popolo.

L'origine di questo dolce risale intorno al 1930 per opera della ditta milanese Motta, già celebre per i suoi panettoni e pandori natalizi, che decise di utilizzare lo stesso tipo d'impasto per realizzare un dolce destinato alla festività pasquale, differenziandolo pero' nella forma e per la presenza di una copertura di glassa fatta di mandorle, zucchero ed albume d'uovo.

Secondo la normativa vigente (decreto ministeriale del 22/07/2005), può fregiarsi del nome di "Colomba pasquale" solo un dolce che rispetti determinate regole: l'utilizzo esclusivo del burro al posto dei grassi idrogenati (sicuramente più economici ma scadenti e dannosi per la salute) per almeno il 16%, l'impiego di uova fresche in quantità tali da garantire non meno del 4% in tuorlo, scorze di agrumi candite per un minimo del 15% e lievito naturale costituito da pasta acida e sale; la glassa deve contenere almeno il 2% di mandorle.

I valori nutrizionali della Colomba sono simili a quelli del panettone: circa 450 Kcal. per 100 g. di prodotto.

09/04/2009
Copyright © 1994-2019 Ricetteecooking