INGREDIENTI
(dosi per 4 persone):
  • 300 g. di riso basmati
  • 600 g. di acqua
  • Preparato granulare vegetale q.b.
  • di cipolla
  • Due cucchiai d'olio

RISO PILAF

Preparare il brodo portando a bollore l'acqua ed aggiungendovi quindi del preparato granulare, quanto basta ad insaporirlo.

In una teglia dai bordi alti fare appassire nell'olio, a fiamma moderata, la cipolla tritata finemente insieme ad un cucchiaio di brodo.

Appena quest'ultimo sara' evaporato, aggiungere il riso e farlo tostare a fuoco vivace mescolando continuamente con un cucchiaio di legno sino a quando i chicchi saranno diventati lucidi e trasparenti.

Abbassare la fiamma e proseguire la cottura versandovi tutto il brodo bollente.

Appena il riso riprende l'ebollizione, coprire la teglia con un foglio d'alluminio e trasferirla nel forno riscaldato a 180 per circa 20 minuti, fino a quando cioe' tutto il liquido si sara' assorbito.

Prima di servirlo, mescolare bene il riso con una forchetta affinche' i chicchi restino ben sgranati.




N.B.:
Questa tecnica di cottura del riso e' di origine indiana, e permette di preservarne al meglio sia il sapore che tutti i sali minerali: si avvia sul fornello come per un normale risotto, preparando un soffritto in cui poi viene tostato, e si conclude quindi in forno, dopo avervi aggiunto tutto in una volta il brodo bollente; per una buona riuscita del piatto, e' fondamentale che il recipiente prosegua la cottura in forno ben coperto, e che durante tutto il tempo non venga mai scoperto ne' mescolato (e' questo il segreto che non lo fa attaccare, poiche' cosi' facendo i chicchi non rilasciano molto amido). Anche la quantita' di brodo deve essere quella giusta: se ne calcola esattamente il doppio del peso del riso.

Il riso pilaf e' adatto per accompagnare secondi piatti a base di carne o di pesce, ma anche di verdure. E' importante utilizzare il tipo basmati, caratterizzato da un chicco lungo e sottile, ma puo' andar bene anche il parboiled, che tiene bene la cottura.
Questo piatto puo' essere realizzato anche in anticipo; al momento di utilizzarlo, il riso deve essere scaldato in una pentola antiaderente leggermente unta di burro mescolandolo lentamente con una forchetta.

Il condimento puo' essere aggiunto ad inizio o fine cottura, a seconda se si vuole ottenere un sapore piu' o meno pieno; nell'acqua di cottura si possono aggiungere ad esempio, oltre al preparato granulare:
- due bustine di zafferano;
- delle verdure grattugiate come carote e zucchine;
- una patata tagliata a dadini molto piccoli insieme ad un trito aromatico;
- degli spinaci tritati insieme ad un pizzico di peperoncino ed una grattata di noce moscata;

Altre varianti si possono ottenere invece aggiungendo ad esempio a fine cottura:
- semplicemente qualche noce di burro od un filo d'olio a crudo;
- mandorle od anacardi tostati e tritati;
- verdure stufate separatamente.

Riso pilaf

09/01/2008
Copyright © 1994-2014 Ricetteecooking